Dentro gli occhi… Di Marca Barone

_MG_0864 4 vani 3 Art copia

La fotografia è stata sempre nella mia vita. Mio padre sviluppava le sue foto in casa e io, alla luce della lampadina rossa, restavo incantata all’apparire delle immagine tra gli acidi per poi vederle e rivederle per casa appese ai fili con le mollette.

 

“Sguardi e Visioni”

Dentro le immagini di Marca Barone

 

_MG_9002 ResizedHo fatto studi artistici, i ritratti sono stati sempre i miei soggetti preferiti, prima in disegni fitti di chiaroscuro, poi in fotografia. Fotografare ha ampliato il mio specchio visivo di percepire i volti, la tecnologia lascia molto spazio all’interpretazione e io provo a dare quell’aura che quei lineamenti, in quel momento, mi richiamano, mi ispirano. La fotografia è catturare momenti, stati d’animo, provando a creare un insieme magico tra realismo e finzione, astratto e concreto, estetico e psicologico. Ho sempre creduto che la macchina fotografica, ben lontano dal duplicare semplicemente la realtà, la trasforma, ne estrae una parte in base a una personale organizzazione razionale ed emotiva che permette di eliminare il disordine e, per quanto è possibile l’imprevisto, tutto ciò può conferire alla creazione finale un significato artistico. Vivo e lavoro a Palermo.

Ringrazio La Gabbia armonica di questa bella e gratificante opportunità.

 

Foto di Marca BaroneFoto di Marca BaroneFoto di Marca BaroneFoto di Marca BaroneFoto di Marca BaroneFoto di Marca BaroneFoto di Marca BaroneFoto di Marca BaroneFoto di Marca Barone

Una nota sul portfolio dell’Autore (a cura di Paolo Albertini)

Sfogliando le immagini del nostro tempo, sembra che l’adolescenza sia intesa più come uno spiacevole stato di transito da consumare rapidamente o addirittura eliminare del tutto, mentre al contrario la generazione degli “anta” appaia sempre più ossessionata dall’idea di sovvertire chirurgicamente le leggi della natura e rimanere eternamente ancorata all’utopia di un aspetto immune ai segni del tempo, anziché cercare un reale equilibrio interiore che le consenta di vivere meglio con se stessa e di riflesso con l’universo che la circonda. Un fenomeno che accomuna indifferentemente uomini e donne, ma che indubbiamente assume nel secondo caso dimensioni talvolta preoccupanti per numeri e conseguenze.

Marca BaroneAssuefatti o quasi al ritmo incessante con il quale l’universo femminile è ripreso, confezionato e “venduto” per attirare lo sguardo d’individui spesso ormai indifferenti a un tale disperato tentativo di “bucare lo schermo”, la prospettiva offerta dalla brava fotografa palermitana sembra invece indirizzarci verso un percorso a sé stante, rimettendo per certi versi in discussione il concetto stesso di bellezza nell’ambito del ritratto. Trovarsi di fronte alle immagini di un’Autrice come Marca Barone provoca infatti nello spettatore l’insorgere di uno stato emozionale affatto particolare, con i sintomi tipici di una “sindrome di Stendhal” riveduta e corretta in ambito fotografico.

Da un lato, i giovani volti di donna si offrono all’obiettivo ben consapevoli della loro bellezza spontanea, senza gli inutili ammiccamenti del “glamour” più retrivo, accarezzati da un impianto di ripresa lineare, classico, di sublime eleganza. Immagini materializzate attraverso un linguaggio sussurrato che racconta il bello per ciò che è, nella sua naturale semplicità, senza indulgere in facili suggestioni o pose “urlate”, ma in grado di arrivare ai nostri occhi con disarmante naturalezza.

Dall’altro, non si può certo rimanere indifferenti agli sguardi intensi che illuminano questa raccolta di volti femminili, spesso rivolti direttamente verso l’immaginario spettatore, che sottolineano la fierezza dei soggetti e la loro matura consapevolezza di essere interpreti – per una irripetibile stagione della loro vita – di un concetto del bello avulso dal qualunque periodo storico, espresso senza compromessi di sorta, così evidente e tangibile da far sembrare tutto il resto soltanto un banale e ingannevole artificio, un effimero mercato di illusioni visive che si rivelano inevitabilmente per ciò che sono. Una visione del bello che non dimentica di essere anche sottilmente sensuale, perché improntata a un portamento che sa anche sedurre chi osserva, facendo leva sul solo fascino di una classe innata.

L’omogeneità del progetto è legata anche all’impiego di uno “sviluppo digitale” delle immagini che per certi versi ci ricorda la stagione sperimentale del “cross processing”, croce e delizia dei fotografi che cercavano di carpirne gli instabili segreti. Qui però l’effetto è appena accennato, quel tanto che basta per darci la sensazione di un’estetica femminile che attraversa indenne stagioni e culture dell’uomo, permettendoci di entrare in un mondo a parte, quasi in una dimensione parallela. Quella di Marca Barone, che restituisce ai nostri sguardi un “profumo di donna” che pensavamo essere ormai irrimediabilmente fuori catalogo, una persistente miscela di fragranze al di fuori delle mode che emerge dal monitor per entrare nell’animo di chi osserva il suo magnifico portfolio di scatti.

P.A.

.

.

30 Comments

  1. Francesco Merenda 3 febbraio 2014 at 00:04 #

    Davvero complimenti Marca.
    Un lavoro splendido, che arricchisce, con grazia e forza la Gabbia Armonica….

    Grazie
    F

  2. Gavino Idili 3 febbraio 2014 at 01:01 #

    Complimenti Marca,
    ho avuto l’impressione, guardando i tuoi lavori riuniti in questa pagina, di decifrare meglio le differenze di comunicazione. Si tratta di sensazioni legate a quegli occhi su cui molto imperni i tuoi lavori. Vengono fuori allora, con la loro delicata energia, quei dialoghi intimi che ogni ritratto porta con se, con sfumature e colori di sentimenti, l’uno diverso dall’altro ma regalandoci nel loro insieme quella fragranza di femminilità che di questi tempi, abbiamo presentimento che si stia un po perdendo. Ancora complimenti.
    Gavino

  3. Carlo 3 febbraio 2014 at 08:03 #

    Una mostra straordinaria, fuori dai soliti schemi. Le modelle, ritratte sopraffina classe fotografica, ci trasportano in un fascinoso mondo, discreto e pacato, dove la discrezione e l’eleganza fanno emergere una bellezza femminile senza tempo, che attiene soprattutto all’interiorità dei sentimenti. Efficaci, decisamente belli, anche il saggio di presentazione e la nota a commento. Sicuramente una mostra (e un sito) non per tutti. Prendiamoci il giusto tempo e ammiriamo le fottografie una per una, scorrendole avanti e indietro. Complimenti all’autrice e ai curatori della mostra.

  4. Marca Barone 3 febbraio 2014 at 10:24 #

    Per me è un gran bel dono, veder rivivere le mie creature in questo spazio di pregio. Ringrazio tutto lo Sfaff del La Gabbia Armonica per aver contribuito alla realizzazione di questo lavoro e in particolare Paolo Albertini per l’accurata recensione e Francesco Merenda per la splendida musica.
    Ancora un grazie a quanti si soffermeranno tra queste immagini.

  5. Daniela 3 febbraio 2014 at 10:55 #

    Dolce-mente Marca, il tuo essere artista trapela in ogni ritratto.
    Pennellate di luce a dipingere una femminilita’ perduta.
    I miei piu’ sinceri complimenti.

    • Marca Barone 3 febbraio 2014 at 15:31 #

      Grazie Daniela, gentilissima, il tuo commento mi è molto gradito.

  6. Susana Muñoz 3 febbraio 2014 at 10:59 #

    Complimenti Marca .. un meraviglioso lavoro di tanta sensibilità ..

    • Marca Barone 3 febbraio 2014 at 15:33 #

      Grazie di cuore Susanna, felice per le tue parole.

  7. Marca Barone 3 febbraio 2014 at 15:22 #

    Tantissime grazie Carlo per aver apprezzato questo mio lavoro.

  8. Marca Barone 3 febbraio 2014 at 15:27 #

    Grazie Gavino per la gentilezza di soffermati ad analizzare lo spirito che aleggia in ogni ritratto e che ho cercato di cogliere, sono felice che tu li abbia graditi.

  9. laura fogazza 3 febbraio 2014 at 17:03 #

    Bellissime immagini le tue Marca, eleganti e mai banali e molto bella e vera la recensione di Paolo Albertini, grandissimi complimenti 🙂

    • Marca Barone 3 febbraio 2014 at 20:10 #

      Ti ringrazio Laura per le tue gentili parole, sono contenta che tu l’abbia gradito… si è stato un lavoro d’èquipe, Paolo Albertini per l’accurata recensione e Francesco Merenda per la scelta della meravigliosa musica.

  10. Rosario Puglisi 3 febbraio 2014 at 18:48 #

    Che dire? Sono semplicemente stupendi questi ritratti che per me sono “senza tempo”.
    I miei complimenti!
    Rosario

    • Marca Barone 3 febbraio 2014 at 20:13 #

      Grazie infinite Rosario, le tue parole sono una gioia per me, sai quanto stimo la tua opera.

  11. teresa.iannone 3 febbraio 2014 at 19:28 #

    Stupendi e bellissimi ,i tuoi ritratti Marca :I miei più sinceri complimenti.

    • Marca Barone 3 febbraio 2014 at 20:17 #

      Grazie di cuore Teresa, tu sei un’artista e le tue parole per me sono gratificanti.

  12. GIUSEPPE 3 febbraio 2014 at 19:43 #

    bellissimo ritratto della tua eterea sensibilità che ti ha sempre accompagnato in tutto quello che hai fatto. Stupendi i ritratti ,intenso il commento e suggestivo l’aerea esecuzione del pezzo pianistico che accompagna il visitatore Complimenti
    Giuseppe

    • Marca Barone 3 febbraio 2014 at 20:27 #

      Giuseppe le tue gentili parole mi lusingano, un’invito gratificante in più a continuare il mio lavoro,
      grazie ancora

  13. maria 3 febbraio 2014 at 20:43 #

    i miei più sinceri auguri ,ma soprattutto alla bella persona che sei che non la tua semplicità la tua armonia sai dare alle tutte foto quel tocco di classe , maestria,temperanza .Brava marca con profonda ammirazione.

    • Marca Barone 4 febbraio 2014 at 14:26 #

      Maria grazie tante per questa tua visita, è un grande piacere aver sentito le tue gentili parole.

  14. Anna Streva 3 febbraio 2014 at 23:08 #

    Una carrellata di belle foto che ritraggono la donna “vista” Da Marca. Tanti ritratti, un unico tema: la donna delicata e sensuale, dal fascino discreto e dallo sguardo coinvolgente colto, con abile maestria e profonda capacità introspettiva, dall’autrice a cui vanno i miei complimenti e la mia ammirazione. Ad majora, Marca.

  15. Marca Barone 4 febbraio 2014 at 14:36 #

    Anna ti ringrazio per le tue belle parole tanto gradite, il mio intento è sempre quello di comunicare qualcosa è un grande piacere averti qui, tra queste mie visioni.

  16. roberto 5 febbraio 2014 at 18:19 #

    Sguardi…..occhi che parlano, sempre, di mille cose, sentimenti, desideri, gioie, paure dolori, aspettative, delusioni o, come in questo caso,semplicemente, di bellezza….una bellezza pura, solare, con quel delicato carico sensuale che queste tue foto fanno risaltare, in modo semplice e naturale, sugli splendidi volti delle ragazze; sguardi che, discretamente ma intensamente, ne comunicano il fascino elegante e coinvolgente e che tu hai saputo cogliere nella loro essenza profonda. Bellissimo lavoro Marca, complimenti.

  17. Marca Barone 6 febbraio 2014 at 19:10 #

    Roberto sono molto felice che tu abbia apprezzato questo mio lavoro, tantissime grazie.

  18. Luca Farci 10 febbraio 2014 at 17:02 #

    Complimenti e grazie per aver condiviso queste tue immagini, che son pagine di esperienza, di sensibilità, di comunicazione ed arte, una grande dimostrazione di capacità di sintesi ed espressione.
    Le parole di Paolo Albertini sono state quanto mai vicine anche alla mia lettura, e trovo oltre che particolarmente belle ed eleganti, le tue immagini ritraggano ancor più la femminilità, che la donna, l’atemporalità più che una condizione od un momento…
    Ritrovo in esse l’aurea evanescente e profumata delle atmosfere charleston del periodo dei tardi anni ’20.
    Una miscela di fascino, delicatezza, femminilità, ma anche di presenza caratteriale e forte valenza sociale…
    E’ pur vero che sovente la nostra immaginazione ci porta oltre le immagini, quindi oltre l’intento dell’autore, ma quali che fossero le sensazioni che in te producono questi bellissimi ritratti, son certo che molte di esse hanno anche colto nel segno di noi appassionati osservatori…
    Grazie e complimenti per il tuo lavoro…

    • Marca Barone 12 febbraio 2014 at 09:54 #

      Grazie infinite Luca per il tuo analitico commento a questa mia raccolta. Sono contenta che tu, come anche altri, abbia letto una visione di donna che è quella a cui mi sono ispirata e di cui ho cercato di comunicarne lo spirito. Le tue parole sono per me uno stimolo in più a continuare questo lavoro… ricerca.

  19. francesca pollaci 17 febbraio 2014 at 11:42 #

    Riesci a trasmettere con delicatezza sentimenti e sensazioni prettamente femminili, ma si avverte che dietro c’è uno studio serio e laborioso. Complimenti ancora Marca, di vero cuore.

    • Marca Barone 18 febbraio 2014 at 08:11 #

      Grazie tante Francesca per esserti soffermata a questo mio lavoro, le tue parole sono per me molto gradite.

  20. loredana locci 21 febbraio 2014 at 22:39 #

    Mertavigliose!!!!!!!!!!!! Femminilita e dolcezza ,,ammiro !!!

  21. Marca Barone 11 marzo 2014 at 18:40 #

    Grazie Loredana, felice che tu l’abbia gradite.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*